sulla riva del fiume, a.su c. cm.45x60

"sulla riva del fiume" acquarello su carta

 

Cielo denso di presenze, ponte passaggio verso la sponda sconosciuta dell’anima, largo fiume. Alberi scossi da un vento pneuma risvegliatore.

Colori e forme come elementi evocativi che nella loro vibrazione più emozionale rappresentano un canto alla vita in ogni suo aspetto nonostante il dolore e le contraddizioni dell’essere. In questo dialogare con le voci della psiche, emerge un’intensa passione per i paesaggi interiori costellati di luci e ombre, per gli incanti nascosti in ogni cosa.

L’avventura del dipingere è un viaggio di scoperta denso di vita e mistero. Materia e spirito. Guardare il mondo ogni volta con occhi nuovi: con lo stupore di un bambino e l’inquietudine dell’adulto davanti all’imperscrutabile fascino dell’universo.

E la rinnovata gioia mista a timore per poter essere artefice di una personale alchimia di acqua e pigmento, in cui ogni gesto lascia presagire che l’arte, come il sogno, esprime l’impossibile, nella ricerca di una peculiare armonia la cui imprescindibile conditio è perdersi per trovarsi.

Francesca D’Ascani

 

per la Mostra Venezia incontra Roma
in concomitanza della 54a Esposizione d'Arte
presso la Sala Espositiva Complesso Molino Stucky
18 giugno-16 luglio 2011